NorN

by vonneumann

supported by
eddie1_16
eddie1_16 thumbnail
eddie1_16 Excellent bass driven post rock album.
Michele M.
Michele M. thumbnail
Michele M. Rock oltre il rock, funk oltre il funk, elettronica oltre all'elettronica...più un sacco di altre belle cose che sintetizzano le varie anime vonneumanniane in quello che probabilmente è il loro album più fruibile...e quando dico fruibile é un eufemismo: sta roba dà chiaramente dipendenza.
Come da tradizione, le canzoni sono scrigni pieni di dettagli musicali intriganti che si moltiplicano ad ogni ascolto, gioielli di arrangiamento, gemme di composizione.
Un album che sembra il frutto della freschezza e vivacità d'un gruppo esordiente, ma composto ed eseguito con la perizia di musicisti navigati.
... e, visto che anche l'occhio vuole la sua parte, aggiungo pure che l'artwork é meraviglioso.
Magnifico.
/
  • Record/Vinyl + Digital Album

    Deluxe edition of our album NorN, limited to 100 copies! Pressed with love on 180 gram white vinyl, it comes with the promo CD included as a gift, as well as the download code.

    Includes unlimited streaming of NorN via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 5 days
    edition of 100  4 remaining

      €20 EUR or more 

     

  • Record/Vinyl + Digital Album

    Pressed on 180 gram black vinyl, it includes download code.

    Includes unlimited streaming of NorN via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 5 days

      €17 EUR or more 

     

  • Compact Disc (CD) + Digital Album

    It's just a super elegant gatefold CD printed on a 350gr cardboard. It comes with the download code included and an incredible silkscreen. Not really clear why nowadays everyone hates CDs, but we still fuckin' love them!

    Includes unlimited streaming of NorN via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 3 days

      €12 EUR or more 

     

  • T-Shirt/Apparel

    These are our amazing NorN t-shirts!

    They're screen-printed by our humble selves with our humble hands on Gildan ultra cotton heavyweight shirts. Actually it was Valerio who did them, but anyway... Thanks Valerio, you're a hero! Everything DIY, down to the bottom (okay, okay, true: we didn't pick the cotton out in the fields...)

    Valerio applied some extra glitches on the artwork of the cover, so that you get *yet* another original piece of art (otherwise you could have easily used the vinyl cover as a not-so-comfy t-shirt itself, right?)

    Be proud and wear with joy!
    ships out within 5 days

      €15 EUR or more 

     

  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    Purchasable with gift card

      €10 EUR  or more

     

1.
07:24
2.
06:38
3.
4.
5.
6.
7.
05:01
8.
03:30

about

NorN is the new album from vonneumann, the ninth, to be exact.

NorN is a tribute to one of the most famous errors in lexicography: the ghost word "dord". Since vonneumann contains many Ns in its name, we liked to play around with symmetry, substituting the Ds in dord with our Ns.

NorN is our funk album.

NorN is an accidental creation.

NorN is a record which talks about errors: syntactic, calligraphic, digital, lexicographical, semantic, algorithmic, rhythmic; anyhow pertaining to communication.

NorN can be pronounced all at once but also “N or N”, which is our way of saying that it doesn’t matter who plays for us, when they do, they become one of our many Ns; and from then onwards it’s indifferent which N it is, it all becomes vonneumann.

NorN is the logic gate OR that implements the disjunction between the Ns.

NorN has N-guests. In order of appearance: Lucio Leoni, Ivan A. Rossi, Andrea Cerrato, Vera Burghignoli, Sonia Scialanca, Marco Tabellini; moreover, the cello line on antiEuclid is accidentally inspired (an error!) by a cello line of Christoph Berg (aka Field Rotation).

NorN takes inspiration from the infinite possibilities of languages, from the extreme artificial rigor of Ithkuil, to the sinuous beauty of the Codex Seraphinianus, to the lightness of infants’ scribbles, to the mystery of primitive computer AI spontaneously developing new languages to dialogue, but then when you need to print your last document, something goes wrong and you get strings of undecipherable characters like:



Ξ▲▒⁏̶̴̵̷̸̴̶̵̶̶̶̵̵̵̸̴̸̴̶̸̵̷̸̵̵̴̸̶̨̨̧̡̧̨̢̢̨̧̨̧̢̨̡̨̢̧̢̨̧̛̛̣͔͖̯͈͓͕͖͔̹̠̖̻̳͇̳̤̼̬͙̻̬͇̱̙̺̤̭̙̳̟̮̗̫̺̹͎̥̩̙͙̱̮̺̝͈̩̰̦̻̰͈̖̱͙̺̥͍̼̦͖̱͙̹̰̪̟̲̪̳̤͓̼̠̬̮͎͖͎̥̠͉̬͕̞̦͈͙͔͚̮̪͉̦̳͇̖̲̦̹̮͈͍̫͎͈̳͓̪̤͔͚̬̤̻̼̻̤̞̟̟̜̘̼͔̰̟͚̱̘̥͍̤̜̭̖̫̖̰̫̗̮̯͓̘͓̫̫͇̭̣̩̙̣̪̹͇̘̩̼͉̱̩̼̟̠͍̦̟̳̖͔͖̥͔̟̩̟͚͙̺͙̟̻̥̠̰̦͉̭͙̖̤̲͙̼̼̟̟̘̜̩̲̦͕͚̤͎̈̄̃͗̓̉̒̈́̄͋̄̊͊̂̇̿̈́̐̇̓͋̐͐̏̈́́͒̒͛̐͑̀͊̈̓̓͋̾̈́̿̈́͋̀̌̈̊́̎̔͂̍͊̌̃͒̿̐́̓̽͛̀͒͂̑̓͆͂͒̊̔̈́̈́̅̀̉̈͗̊̇̒͂́̈́͂̉͆͒̄̎̈́͌́͌̀͑͐̔̔̄̇́̂̀̎͋͂̂̽̐̏̉̍̓̏̊͐͛̅̀́͂̿̋́̄͂̀̅͒͊̈́̃͗̉͋̓̄́͊̌̆̄͑̍̽̿̈́͒͋͒͋̒́̉̄͛̇́́͋͊͂̌͑̈́̓̆̌̎̾̂͂͊̈͌́̏́͗̈̌́̋̎̇̌̆̈́̓̌̅̏̈́̉̑̊̿̽̊͒̅̏̄̀͑͑̍̂̋̂͆͐̊͆̏̚̕͘͘̕͘̕͜͜͜͜͝͝͠͝͝͠͝͠͠͠͝͠ͅͅͅͅͅ Ћ̸̡̦̖̭̦̦̠̥̜̜̙̬̖̝̿̉́̐̅͑̂̅͂̇̈̏̈́͆͐ͅ⁀̸̧̢͍̱̯͓̹̩̳̫̜̙̺̖̍̔̃͐̽̽̽͘͜⁁̵̡̨̢̬͔̰̬̬̓̏͌̾͆ffḻ̶̛̪̺̜̟̼̼̺̤̤̪͓̈́͜͜⁂̵͓̼̙̬̻͈̮͛̀́̒͊̈́͘͝⁄̸̛̛̼͓͉̖̯̺̤̄̅̊͑̐̀̅̾̓̇́͘͠⁅̵̫̞͓̞̗̖̃̽̀̂̀͋̾͊͋͑⁊̵̡̛̪̼̹̦̤̙̠͈̰̺̈͋̎̂͋̈́̌͒̕ ̷̩͚̻̺̜̦̇͆͑̿́́̅̉́̅̓́̈́̚ͅ♥̷̳̬̗̲͕̹̖̥̳̐̒͊̅̿͑̐̓̅͘͝͝ͅ♠̷͕̖͔͉͓̉̔∴̴̨͙̭̤͎̜̭͋̌̒̄̉̐̇̓̉̕ ̴̧̘̳͇̩̲̺͖̫̺̟̮͔̰̜͛̌͒̃̉̉͐̒̑̔̿͘͝℘̴̯͈̼̾̂̋̽͗̒̎̀̓̌͛̌͘͜ ̵͇̪̩̠̜͍͖̠͎̬͖̙͉̍̋̂̅̕͘͝Ξ̴̤̺̫͕̟͈̮͎͈̞̬̩̎̈̊̽͛̈͘▲̴̞̺̪̪̝̘̮̻̯̬̈́̃͊̾͂͐̓́͌́́̈͛̌̓ͅ▒̶̧̠̙̺͇̣̗͉̲̆̓ 〈̷̧̛̜̙͈̞̜̣̩̙͑͆͐̓͒́̄͊̆̑̓̚ ̵̧̢̡̻̗̻̞̹̫͋̎̄͌͑̽̄̆̃̈́͒̾̉͊̕«̸̻͖̈̽ ̴̮̟̝̞̻͎̬̻̟͎̮̖̋̿̔͐ͅ⇍̝̀ ̸̡̼̥͍͗͜͜↚̡̺̙̠̞̼̝͉̬̜̘̫̮͍̖̔͋̄̆̃̇͝ ̵͙̤͍͎͈̰͖̱͉̟͇̹̤̂̆͐̄̊́͆̆̃̄̈́́̕⌈̵̡̗͎͎̱̥̰͈̗̭̖̞̔̈́́̀̕͝ ̷̹̹͆̅͒͑̂̑̀͐͝“̸͙̬̥̌̀͗͂ ̸̨̛̗̪͈̟̠̮͉̯͇́̎̌͑͋̀̒͂̄͌̀͜͝ͅ≤̵͎̹͍̘̘̣̐̈͜ ̷̲̓⌊̵̘̻͖͕̿̐̽̀ ̸̦̻̫̺͈͓̣̟̗̠̘̼͚̲͇́̀͛͊̂̔͝∗̴̙͇͚͓͈̆̃̐͌̔̂́͆̃̋̅̕̕̕ ̴͚̈̍͂̏̏͂̓̿͌̀̀̀̎̒͠◊̵̧̘͓̯̟̻̮͕̲̱̪̟͛̎͋̅̚͠ ̶̡̢̧̨̘͇͇̯̠͈̖̰̋̾͒͋͌̓͆͘͝ư̴̡̢̛̦̜̻̟̥̜͈̙̖̹̄͊̾̊̔̍̒̓̈́́̚͠͠͝ ̶̨̘̺̦͈͙͆̏̎ͅ‹̵̛̣̃͋̌́̎̇́͘̚ ̴̧̡̳̱̹͍̬̖͔̦̮̎‘̷̨̙̳̘̟̝͎̄̆̍͐͂̽̅̊̄̓▲̴̴̴̷̵̸̴̶̷̷̵̷̵̷̸̴̸̸̶̸̴̵̷̵̸̡̢̨̨̢̨̧̧̧̢̛̛̻̥̥̦̻̙͍͈̜͙͍͙͙͖̰͙̫̼̙͍̮̭͕͔̼͈͖͕̼̹̮̹͔͔͔̞͇̞̭̖̺͇͓̯̗̪̻̩̲͓̥̝͚̮̥̪͕̮͚̣͙̟͔̬͙̦̺̱̲̭̭̣̳͉͎̭̤̼͇̳͕̥̭̘̬̥̩͙̞̫̫̼͖̝̞̯̮̲̩̟̗̟̳̦̻̟͍͚̖̣̩̞̭͙̮̗̱̣̲͈̼͔̳̺̗͎͓͍̦͍͍̝̞̜̥̱̯͙͍̰̪̲̦̩̩̻͉̹̖̟̲͙̪̹̰̞̝̺̰̯̜̼̝͖̦͓̰̘̗̤̙̲̱̈̍̑́̒͂̌̈̀̾͗̽̉̈́́͋͌̃͊̀͛̾̑͐̄͊̈́̀̐́͊̾̈̓̍̇͂̉͆͋̓̍̎͂͐̈́̅̐͗͗̓̒͒́́͂̄͛̆͗̈́̏̔̈́̃́̔̽͑̎̏͌͊̀̍̓͆́̿̆̐̌̒̓͂̉́́͛͐͋̿̔̈̆́̐̿̐̀͛̈̊̃̽̎͆̍̏̈̍͗͛̃̐͑̒̋̓͛̔̾̂̉͂̿̉̀̏̇̊̌̅́͛̈̽̍̓̑̋̿̓͒͊́̀̏͗̈́̓̈́͐̊̓͊͋̋͌̇̊͛̃̏̓́̔̈̋͂͊͐̒͑͂̐͊̈̉͂͑̃̂̀́͌͊̌́̒͌̈́̅͐̆̅̀̂͘̚̚͘̚̚̕̕̚̕̚͘͜͠͝͠͠͝͝͝͝͝͝͝͝͝ͅͅͅͅͅͅͅͅͅͅͅͅ



NorN is a new Rosetta stone, a modern Babylon.

NorN exists in this world, in which at least 6909 spoken languages exist simultanously, sub-reddits of people discussing which between Tra'wopšaluòdvöfš or Uipšàřnûrt is a more exact definition, or what would Duchamp say about: Aukkras êqutta ogvëuļa tnou’elkwa pal-lši augwaikštülnàmbu. In this world where Urban Dictionary allows the crowdsourcing of the definition of "covfefe", the difference between errors and languages becomes so subtle that is often negligible or irrelevant. In this world, NorN is both error and language.



*** Additional Information ***

- Special Info 1: The third track of this album (impossibile essere possibile) will also be present on Lucio Leoni’s album Il Lupo Cattivo, with a different mix. Both albums NorN and Il Lupo Cattivo are going to be released simultaneously, in November 2017.

- Special Info 2: In order to celebrate the landmark importance of NorN in the band’s artistic journey, vonneumann has contacted 8 of its most esteemed Italian friend musicians, each to make a remix of one of the 8 songs on the album. The artists involved are: Simon Balestrazzi, Fabio Perletta, Simone Lalli (aka Autobam), Ennio Mazzon, Marco Caizzi (Rainbow Island), Fabio Stirner (aka Hatori Yumi), Matteo Uggeri (aka Barnacles) and Marco Bonini (aka uBiK). The remix album will be available for free to the subscribers of vonneumann’s mod n project. You can subscribe to mod n at this link: eepurl.com/bqCtRz.

- Info on artwork: The artwork of NorN is divided into 4 panels. The two external panels are inspired by the Ithkuil theoretical language and by the Codex Seraphinianus. The internal panels are inspired by the Rosetta Stone and feature a child’s scribbles on one side and digital output errors on the other. A “definition” of NorN is provided using all the glyphs adopted for the graphics, mimicking a dictionary’s entry for the word, just like the definition “dord”, featured on the second edition of Webster’s New International Dictionary (1934).

- Info on mastering: This album features a wider dynamic range and less average loudness than standard, in recognition of the loudness wars’ demise. Please turn up the volume to the loudness you prefer.

credits

released November 10, 2017

on this record vonneumann plays: drums, drum machines, guitars, bass VI guitars, analogue & digital synths, trumpets, cellos, digital sequencers.

written, arranged, recorded and mixed by vonneumann
mastered by Justin Perkins, Mystery Room Mastering
scribbles by Anastasia Virgillito
lettering, layout and design by Valerio de Luca

www.vonneumann.net

license

all rights reserved

tags

about

vonneumann Roma, Italy

just an old fashioned free-rock band with tons of electronics to cheer you up!

contact / help

Contact vonneumann

Streaming and
Download help

Redeem code

Track Name: impossibile essere possibile (feat. Lucio Leoni)
rifletto spesso sull’errore
rifletto spesso sull’errore
rifletto spesso sull’errore

riflesso questo stesso di un approccio troppo umano nei confronti di un calcolatore
ci passo giorni, settimane
torno indietro alla cronologia, visitando luoghi che non m’appartengono che non riconosco ma scoprendoli
vette irraggiungibili di linguaggio e incomprensione di formule logiche con le più disparate interpretazioni, locuzioni,
incastri sintattici, giochi di parole, lemmi, verbi poi sintagmi dati in adozione
e io li prendo li difendo li rigiro come voglio come i cereali con le lettere, mischiando random col cucchiaio in un periodo infinito che non prevede punteggiatura, distrazione, ricreazione di struttura!

ma facciamo degli esempi…

io ti sono innamorato, tra noi ha avuto modo di essere stato l’amore
poi è finito perché non ci siamo capiti o perché sono stato rotto il cazzo da te
che non hai voluto intendere direttamente il mio modo di intendere
volente o nolente
la forma più comprensibile di amore possibile cioè: niente!

non è stato possibile è diventato impossibile
o è partito da uno stadio impossibile e trasformandosi in gassoso
quindi gasandosi è diventato anche solo per un attimo possibile, plausibile, riconoscibile
da un livello medio di comprensione generale
e avoglia con le tue doppie negazioni a cercare di capire
non riesci comprendere e non lo vuoi dire
punti le orecchie nel tentativo di ascoltare
ma ci vorrebbe il testo davanti agli occhi per tentare, per intuire
per renderti conto se stai ascoltando qualcosa di sensato, di finito o se sto solo giocando
e adesso che è un discorso diretto ti trovi più a tuo agio… sorridi e ti senti l’eletto

perché afferri perché riconosci
ma sposto se, sillabe le
difficile ad essere torna l’ascolto per te
e decifrare, codificare il senso completo risulta difficile se non impossibile
perché è impossibile che sia possibile ciò che è impossibile di suo, per natura…
ma quale natura? è una convenzione
è possibile fiorire, impollinare, sbocciare
fare la sintesi clorofilliana è possibile per definizione
perché la scienza, lo studio lo racconta, lo dimostra sui libri di divulgazione
è impossibile per te perché non sei una pianta
quindi al contempo è possibile o impossibile punto e basta
come la rivoluzione, negli anni 70!

è un concetto indifferente alla sua possibilità di esistere addirittura
esiste indipendentemente dalle categorie in cui lo infili uomo/animale/natura
e allora ce la inventiamo una parola nuova o no? tipo sPossibile
che da oggi in poi starà a significare ogni cosa possibile e impossibile
e quando proviamo ad utilizzare una forma verbale
perché si possa realizzare o irrealizzare?

è impossibile essere possibile
è impossibile che accada
è possibile che succeda, ma impossibile che vada
a buon fine, cattivo gioco, è impossibile che sia possibile
che questa forma idiomatica abbia un senso vero, sincero

non vuol dire niente ma inserita nel contesto di questo testo
è la dimostrazione che invece è possibile anche l’impossibile…

e no non è vero!

è impossibile essere possibile
un errore QuattroZeroQuattro – anzi no, ZeroZero!
è incomprensibile all’utente, all’utilizzatore
ma è lì, esiste un errore impossibile da risolvere con una semplice riformattazione
è impossibile il confronto ma è possibile lo scontro!

fionda il computer dalla finestra è una mossa giusta, onesta
è possibile pensare che tu ci riesca, è comprensibile,
ma è impossibile pensare che tu lo faccia, perché sei povero
e quel computer ti serve
e allora si deve tradurre, codificare esiste sicuramente
un omino che lo sa fare
gli porti il computer che per te è impallato
glielo lasci, ritorni, capisci che lui c’ha parlato
che quei due comunicano, l’omino e il computer
e che quindi per lui è possibile l’errore impossibile
perché l’ha ascoltato e l’ha capito!

e se non fosse che mi sono perso anche io a questo punto direi che un rapporto migliorato
migliorato dalla presenza di strumenti ulteriori atti alla comprensione
in possesso dell’omino ma di cui tu sei mancante
per te è impossibile, per lui è lampante!

te la prendi con il computer che ti chiede
il riformat della partizione di lancio del disco SFF ritenendo impossibile risolvere la questione autonomamente

ma sei tu il perdente
perché non hai vocabolario, non hai forme logiche strutturate
abbastanza da permetterti di entrare in quel formulario, in quel calligrafo sistema
di prompt, slash, C due punti
che poi sono i documenti della civiltà che frequenti
allora è impossibile o sei tu che sei fallibile?
è impossibile che sia possibile che esista una realtà che non comprendi
oppure che fai ti arrendi? la ammetti? la permetti?
lasci entrare lo stranierio ti metti da un lato e aspetti
perché sei tu quello che manca, quello che non capisce quello che è impossibile che sia possibile.

sei come dio, come dio, come dio, come dio!

è impossibile essere possibile perché è un controsenso
perché è come dio, come almeno io lo penso
è impossibile essere possibile
perché dio è un essere impossibile?
possibile!
perchè è impossibile che dio sia possibile?
possibile!

rifletto spesso sull’errore
rifletto spesso sull’errore
rifletto spesso sull’errore

If you like vonneumann, you may also like: